Cape Epic – Pedalando con i leoni

Cape Epic – Pedalando con i leoni

Cape Epic è nata nel 2004 da Kevin Vermaak come risposta alla necessità di più gare di bici di montagna in Africa. Perché non ci sono più gare di questo tipo in Africa? Probabilmente dopo aver letto questo articolo de la Cape Epic lo capirai.

Kevin Vermaak aveva un sogno. Organizzare una de le più grande gare di bici di montagna del mondo in un posto dove questo sport non ha tanti follower, che era la sua casa: l’Africa.

Così, nel 2004 si celebrò la prima edizione della Cape Epic. Questa competizione di bici di montagna riunisce, durante 8 giorni in Sudafrica, i migliori e più tosti ciclisti di montagna insieme a quelli amatoriali che sono scelti tramite sorteggio.

I ciclisti amatoriali saranno molto fortunati di partecipare alla Cape Epic, non solo per essere scelti, ma perché avranno la possibilità di vivere durante 8 giorni con i migliori ciclisti al mondo, dormire nello stesso campeggio e godersi gli stessi “lussi”, come massaggiatori, meccanici, tende di campagna già pronta alla fine di ogni tappa e trasporto dell’equipaggio, tra le altre tante comodità.

La Cape Epic si vive in coppia

oltre ad essere scelto, pagare l’iscrizione (500 euro) e avere il tempo disponibile per andare in Sudafrica, per partecipare alla Cape Epic dovrai trovare una copia con cui partecipare. Così, ti potrai godere questa esperienza accompagnato, e le condizioni di questa gara fanno sì che sia necessario partecipare in coppia.

Tutti quelli che hanno partecipato a la Cape Epic alcuna volta, hanno una cosa chiara: non si sa mai cosa può succedere: cadute, caldo estremo, allagamenti, animali selvaggi e la fatica accumulata di tutte le tappe fanno si che sia necessario avere qualcuno con te.

A questo proposito, e d’accordo con le norme della gara, i ciclisti non si potranno staccare più di 2 minuti dal loro collega, altrimenti, verranno penalizzati con una ora in più sul cronometro e, in caso di capitare 3 volte, tutti e due verranno squalificati.

Cape Epic in numeri

Con una partecipazione record di più di 1.200 persone (scelte tra più di 30.000), la Cape Epic si divide in 5 categorie: uomini, donne, misto, master (più di 40 anni) e Grand master (più di 50 anni). In più, nell’ edizione del 2016 i partecipanti arrivavano da più di 40 paesi diversi.

Durante i 647 chilometri della competizione, divisi in 8 giorni, i partecipanti si affronteranno con un dislivello accumulato di 14.950 metri.

Mentre la prima giornata di competizione è un prologo di 20 chilometri con un dislivello di 600 metri, il resto dei giorni, i partecipanti percorreranno distanze che vanno dai 70 ai 100 chilometri giornalieri, con dislivelli fino a 2.500 metri.

 Curiosità della Cape Epic

Fino ad oggi, solo 4 partecipanti hanno finito tutte le edizioni della Cape Epic: 3 uomini e una donna, tutti sudafricani.

La Cape Epic è contro il doping e qualunque ciclista che sia mai stato trovato positivo al doping nella Cape Epic o in qualunque altra gara, sarà espulso per tutta la vita da questa gara.

A causa della sua intensità e esigenza, molta gente conosce la Cape Epic come “Il Tour di Francia del ciclismo di montagna”.

Anche se il percorso cambia ogni anno, la meta è stata sempre situata ai vigneti del Capo Occidentale di Sudafrica.

Quelli ciclisti che riescono a finire la gara 3 volte, riceveranno il titolo di Amabubesi (che in zulu significa “orgoglio dei leoni”). Oltre a una medaglia e un certificato accreditativo, quelle persone che entrano in questo esclusivo club saranno invitati alla colazione dei Amabubesi il giorno prima del inizio de la gara e avranno un posto alla prossima edizione della Cape Epic (senza sorteggi), oltre a merchandising esclusivo e tanti altri vantaggi.

Cape Epic è, in breve, una delle gare più dure per gli amanti de la bicicletta di montagna, non solo per il clima, ma per tutti gli elementi che circondano questa gara di cui abbiamo già parlato.

Hai partecipato o parteciperai nella prossima Cape Epic?

A Safesport ID pensiamo che qualunque partecipante in questo tipo di gare dovrebbe usare un braccialetto identificativo Safesport ID, sia durante gli allenamenti che durante la gara. Se hai già partecipato o parteciperai nella prossima Cape Epic, contattaci su info@safesportid.com, ci farebbe piacere conoscere la tua istoria e ti faremo uno sconto del 50% nel tuo braccialetto.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

404